BLOG ASLSALERNO - FISI SALERNO

FISI SALERNO
FISI SALERNO
Vai ai contenuti

ASL SALERNO, DIPENDENTI EROI...NON E' ANDATA BENE..

FISI SALERNO
Pubblicato da in NOTIZIE ASL SALERNO · 15 Marzo 2021
Mancati versamenti contributivi ai lavoratori, mancanza di sicurezza sul lavoro, utilizzo improprio dei fondi contrattuali, sono solo alcuni esempi per cui la FISI ha denunciato la ASL di SALERNO all’Ispettorato del lavoro. Mancanze gravissime in un regime di abusi e soprusi messi in campo dalla ASL contro i lavoratori - che da un anno stanno combattendo contro la Pandemia - la quale ASL volutamente ignora le istanze dei lavoratori e dei loro rappresentanti sindacali e sulla sicurezza. “in questi anni abbiamo assistito ad un sequestro dei fondi contrattuali destinati esclusivamente ai lavoratori ad opera della ASL che, anche attualmente, nega ogni confronto con le parti sociali. Addirittura si è arrivati anche a negare il diritto alla partecipazione alle procedure di messa in sicurezza dei dipendenti esposti al rischio COVID.” Dichiara Rolando Scotillo della FISI “Sul lato economico non stiamo parlando di fondi aggiuntivi, ma di soldi legati alla erogazione della produttività, dei passaggi di fascia e dei concorsi e, quindi, esclusivamente dei dipendenti e riservati alla contrattazione tra le parti , che la ASL da 10 anni ha congelato senza ragione alcuna. A questo aggiungiamo che gli operatori hanno lavorato nel primo periodo di pandemia senza dispositivi di protezione individuale idonei, non sono stati tracciati percorsi idonei pulito – sporco – infetto, fatto questo che ha esposto a contagio i lavoratori stessi”. Dal 2010 ad oggi sono stati sottratti alla contrattazione circa 21 milioni di euro dal salario di risultato e per le progressioni dei dipendenti che sono stati considerati risparmio di gestione. “gravi problematiche si evidenziano anche sulla erogazione degli assegni familiari e sul pagamento delle cessioni del quinto dei dipendenti. Praticamente un fallimento nella gestione che, come al solito, si rivolta contro chi lavora incessantemente per garantire alla comunità il servizio sanitario.” Chiude Scotillo. Visto che la ASL non risponde, oramai da tempo, la FISI si è rivolta all’Ispettorato del Lavoro Interregionale di Napoli e di Salerno affinché sanzioni un atteggiamento vessatorio da parte della ASL di SALERNO nei confronti di tutti i lavoratori della ASL e si ripristini una democrazia del confronto attraverso la quale restituire il "maltonto" agli operatori ,estorto con inganno e sottraendosi ai propri doveri



FISI -  via Ceffato , 127 ,  84025 Eboli (SA)
+39 0828 210897  |  +39 0828  212558 (fax)
info@fisinazionale.it

Created by fisinazionale

FISI SALERNO
Torna ai contenuti