FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Sede Provincia di Salerno
Via Ceffato n 127, 84025 Eboli (SA)
seguici su:
Sede Regione Campania
Vai ai contenuti

UN ALTRO FLOP DI POLIMENI , COMMISSARIO AD ACTA DELLA REGIONE CAMPANIA.

Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali
Pubblicato da in NOTIZIE ASL SALERNO · 2 Settembre 2016
[image:image-0]
UN PIANO DI RIENTRO DAL DEFICIT SEMPRE PIU’ LONTANO DALLA REALTA’.
A volte sembra che, nella scelta di Dirigenti apicali, la Pubblica Amministrazione aderisca a scelte dettate dalla politica e non dalle competenze. È il caso di Joseph Polimeni che sta collezionando un flop dietro l’altro. Ma andiamo con ordine: con la predisposizione unilaterale e la pubblicazione sul BURC del Decreto 33/2016 (Piano ospedaliero) ha collezionato 4 ricorsi al TAR (Comitato per la salute del cittadino della valle del Sele; Comune di Roccadaspide, Comune di Procida, Comune di Cava dei Tirreni) per manifesta violazione del DM 70/2015 e più precisamente per aver penalizzato talune aree territoriali ed avvantaggiato talune altre aree territoriali non garantendo i LEA omogeneamente su tutto il territorio campano. Come se non bastasse, il Commissario Polimeni ha predisposto – sempre unilateralmente – una ipotesi di fabbisogno del personale necessario nella sanità campana collegata al Piano Ospedaliero pubblicandola per Decreto nel BURC (Decreto 67/2016) in cui l’unica certezza è che bisogna accelerare nel reperire il personale necessario secondo un indice prestabilito certo (1,4 operatore per posto letto) per il solo Ospedale del Mare di Napoli. Nello stesso Decreto pone un limite di spesa in cui la Regione Campania, nel rispetto della cornice finanziaria programmata e delle disposizioni vigenti in materia del costo del personale (-1,4% rispetto ai costi del 2004), non potrà sicuramente onorare le 4.951 assunzioni necessarie a dare respiro a tutte le strutture campane generando ulteriori disarmonie tra le più grosse aree urbane campane (Napoli?)  e le periferie (Salerno?). “Stiamo di fronte ad un livello di incompetenza ed una arroganza uniche nel genere.”  dichiara Rolando Scotillo responsabile sindacale “Il decreto 70/2015 (Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all'assistenza ospedaliera.)  è stato stravolto dal Commissario Polimeni. Con la pubblicazione del Decreto 67/2015 si completa l’opera malsana: nessuna sicurezza, solo intenti, e limiti di spesa che valgono solo per chi non è targato Napoli. Attenderemo l’esito dal TAR della Regione Campania sul ricorso presentato nel quale siamo parte attiva e chissà se riusciremo a rompere le uova nel paniere a chi è intenzionato a riportare la sanità salernitana indietro di 40 anni.”  
SCARICA QUI IL DECRETO 67/2016   [image:image-1]  



Torna ai contenuti