FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Sede Provincia di Salerno
Via Ceffato n 127, 84025 Eboli (SA)
seguici su:
Sede Regione Campania
Vai ai contenuti

PINOCCHIO IN BICICLETTA: SAPRI E POLLA DEA DI I° LIVELLO.

Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali
Pubblicato da in NOTIZIE ASL SALERNO · 6 Dicembre 2018

Pinocchio in bicicletta.....Certo che a dirle le bugie non lo batte nessuno. Vincenzo De Luca, Commissario ad Acta della Regione Campania per il rientro dal deficit in Sanità (dalle ore contate), le tenta proprio tutte e le spara più grosse. "Andassero a protestare al Ministero, io ho presentato la proposta di deroga per i punti nascita di Sapri e Polla e ho istituito il DEA di I° livello per questi Ospedali!"  sbofonchia prima di chiamarli ignoranti, incompetenti e prima di minacciare "che lo dovranno sparare in testa" se vogliono la sanità campana. Vincenzo De Luca conosce bene la normativa nazionale (D.M. 70/2015) edito , guarda caso, sotto la direzione del Ministro Beatrice Lorenzin, che dispone per la costituzione di un DEA di I° livello un bacino di utenza minimo di oltre 150.000 abitanti per Distretto Sanitario o Ambito Sociale : Sapri conta 45.000 abitanti (Distretto Sanitario 71) Polla 68.000 abitanti (Distretto Sanitario 72), insieme non raggiungono i 150.000 abitanti. Allo stesso modo Vincenzo De Luca è ben al corrente che il numero di parti annui minimo per aver riconosciuto un punto nascita è pari a 500: per lo stesso motivo furono chiusi i punti nascita e le Pediatrie di Eboli ed Oliveto Citra. I tempi di percorrenza , poi, per definire un'area disagiata sono pari o superiori a 60 minuti. Una persona "competente" avrebbe scelto una strada diversa per "giustificare" i punti nascita o avrebbe cambiato le modalità di erogazione del servizio, ma lui no !! Sapendo di essere alla frutta ha semplicemente spostato l'attenzione......Gli riconosco i punti nascita in deroga , gli dò il DEA di I° Livello e se dovesse occorrere gli darò pure la ....luna , tanto visto che è impossibile saranno gli altri (Ministero, Commissione nazionale ecc.) a dire di no..... Ed intanto esternalizzazioni selvagge sulla pelle dei lavoratori e ad alto richio di corruttibilità, mancanza di controlli sulla sanità accreditata, pazienti nelle formiche, Ospedali pubblici decadenti e senza personale, chiusure a destra e manca, liste di attesa infinite, ticket sanitari alle stelle e ....se vuoi la sanità, te la vai a prendere a pagamento in ALPI o presso le strutture private ( per chi se lo può permettere). Se questi sono i competenti....i professori...ed i luminari...ditelo voi. Caro Pinocchio in bicicletta, le tue favole valle a raccontare da un'altra parte, Mangiafuoco è arrivato e porterà via tutta la tua fabbrica di burattini......   



Torna ai contenuti