FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Sede Provincia di Salerno
Via Ceffato n 127, 84025 Eboli (SA)
seguici su:
Sede Regione Campania
Vai ai contenuti

LA ASL SALERNO COMUNICA LE POSIZIONI ANOMALE SERVIZIO PER SERVIZIO, MA SONO SOLO QUESTI?

Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali
Pubblicato da in NOTIZIE ASL SALERNO · 18 Aprile 2019
La nostra O.S., sigla denunciante, per l’ennesima volta aveva ragione sulla esistenza di posizioni lavorative anomale rispetto alle mansioni. Per l’ennesima volta aggiungiamo che nomi e mansioni sono perfettamente a conoscenza del Capo del personale della ASL di SALERNO e che non vi era bisogno di “domandare” ai Dirigenti locali le mansioni effettivamente svolte dai dipendenti afferenti alle “posizioni anomale”. Su tale punto vi è da aggiungere anche che diversi Dirigenti stanno “nascondendo” molte posizioni anomale e si stanno esponendo al reato di “falso” e che le posizioni anomale non sono pari a 216 ma a 370, come è possibile evincere facilmente dai dati in possesso dell’Ufficio personale, la dizione “con limitazioni” e “e/o con giudizio del Medico Competente” non è paragonabile alla dizione “inabile alla mansione” secondo la quale il dipendente riconosciuto come inabile alla mansione può essere collocato in pensione, e che trovarsi di fronte ad una “limitazione” riconosciuta dal Medico Competente non significa nella maniera più assoluta che bisogna cambiare mansione al dipendente. Nelle posizioni "anomale" non sono stranamente elencate quelle dei Dirigenti Medici, pur esistenti, della ASL di SALERNO, mentre analizzando i dati resi dall'ASL dei servizi in cui si dichiara che "non risulta personale adibito a mansioni non proprie della qualifica e profilo", ben 17 dipendenti non vengono citati. Dei 21 dipendenti, poi,  afferenti alle "Funzioni centrali area nord, centro e sud" nessuna traccia..... Nel presidio di Vallo della Lucania sarebbero invece 27 e non 16, mentre nel presidio di Nocera sarebbero  24 e non 12 e così via per le altre realtà..... Le domande sorgono spontanee...chi ha permesso tutto ciò , e sopratutto chi beneficia di tutto ciò. Dal canto nostro lo sappiamo....prenderemo le antipatie di circa 300 dipendenti, ma noi vogliamo tutelare chi (oltre 2.500 dipendenti) pur avendo limitazioni dei carichi di lavoro si reca tutti i giorni a lavorare nei reparti e con i pazienti anche di notte e non chi , essendo raccomandato dal politico di turno o parente di politico di turno, cerca un "posto al sole".





Torna ai contenuti