FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Sede Provincia di Salerno
Via Ceffato n 127, 84025 Eboli (SA)
seguici su:
Sede Regione Campania
Vai ai contenuti

ISCRIZIONE ALL'ALBO DEGLI INFERMIERI : IL 13 GIUGNO L'ULTIMO CONFRONTO PRIMA DELLA DECISIONE FINALE.

Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali
Pubblicato da in NOTIZIE ASL SALERNO · 14 Maggio 2016

[image:image-1]Presso il tribunale di salerno , il prossimo 13 giugno ci sarà l'udienza di opposizione alla richiesta risarcitoria di un dipendente Infermiere nei confronti della ASL di SALERNO per ciò che attiene agli ultimi 10 anni di versamenti della quota di iscrizione all'IPASVI. La ASL di SALERNO , attraverso il proprio legale avv. Walter Ramunni, ha presentato le memorie difensive che sono alla base della richiesta di rigetto  dell'istanza da parte della stessa. In sostanza , secondo la ASL , non è necessario ai fini dell'ammissione al concorso per Infermieri l'iscrizione all'albo (??   n.d.s.) e pertanto la somma di iscrizione è dovuta dal professionista e non dalla ASL. Sempre secondo il legale che rappresenta la ASL di SALERNO l'Infermiere non ha un vincolo rigido , ma temperato, di esclusività , paragona l'Infermiere al Medico e afferma che l'iscrizione all'albo professionale degli Infermieri è divenuta obbligatoria solo a partire dalla applicazione della legge 43 del 2006 allorquando si è deciso sulla trasformazione dei Collegi in Ordini. In ultimo la difesa dell'ASL nel lamentarsi che predetta legge non preveda maggiori oneri a carico della finanza pubblica rappresenta e denuncia che una eventuale soccombenza nella vertenza dell'ASL possa pregiudicare economicamente la stessa. "Siamo sconcertati" dichiarano i responsabili dell'ufficio legale della FISI "per il livello di pressapochezza con cui è stato gestita la vertenza. Infatti bisogna ricordare a tutti che non si può paragonare l'Infermiere al Medico in quanto per la professione medica è tradizionale un trattamento diverso e più favorevole per ciò che attiene all'attività libero professionale e che all'Infermiere non è concesso  alcuna attività extra moenia. Per ciò che attiene ai concorsi , poi, è allo stesso modo risaputo che per poter partecipare ad un concorso pubblico per Infermieri in sanità occorre l'iscrizione al Collegio obbligatoriamente e preventivamente e che l'obbligo di iscrizione non proviene dalla legge 43 del 2006 ma molto prima....Ma questi ci fanno? o credono che i Giudici hanno l'anello al naso e non capiscano che l'iscrizione all'albo è funzionale  solo ed esclusivamente alla attività prestata in  regime di esclusività con la ASL..... "  




Torna ai contenuti