FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Sede Provincia di Salerno
Via Ceffato n 127, 84025 Eboli (SA)
seguici su:
Sede Regione Campania
Vai ai contenuti

ASL SALERNO: INDETTA MOBILITA' PER SOLI TITOLI PER 130 INFERMIERI E 100 OSS, DUBBI E PROBLEMATICHE.

Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali
Pubblicato da in NOTIZIE ASL SALERNO · 1 Settembre 2017
[image:image-0]
E' stata bandita con delibera sotto indicata, dalla ASL di SALERNO una mobilità interregionale (tutta Italia) per n 130 CPS Infermieri e n 100 OSS.
Pur apprezzando il tentativo posto in essere dall'attuale Direttore Generale, la FISI non può non notare alcune gravi incongruenze ed approssimazioni nella predisposizione degli atti. Una mobilità in entrata di personale in una Azienda sanitaria la si predispone attraverso un ipotesi di fabbisogno di personale ed una dotazione organica che al momento nella ASL di SALERNO non è stata predisposta. Ciò a significare che non si è proceduto ad individuare in maniera ufficiale attraverso atti organizzatori pubblici il fabbisogno di personale per attività e Presidi, potendo così essere incongruenti i numeri di personale citati negli allegati rispetto alle reali esigenze. Prova di ciò è dato dal fatto che per l'Ospedale di Roccadaspide non è previsto alcun rinforzo e che per gli Ospedali di Oliveto Citra, Eboli - Battipaglia i numeri indicati sono risibili. Per ciò che attiene all'Ospedale di Agropoli, invece, è da rappresentare che il personale previsto a rinforzo non può provenire dall'esterno ( 15 Infermieri e 12 OSS) senza aver prima provveduto ad acquisire la non disponibilità al trasferimento del personale deportato a suo tempo quando fu chiuso l'Ospedale di Agropoli (accordo OO.SS. - Regione Campania)  Si apprezza, invece, la scelta di stilare la graduatoria dei partecipanti alla mobilità per soli titoli, onde selezionare personale con curricula adeguati ed in modo trasparente. Si nutrono perplessità per la richiesta agli aspiranti di un nullaosta preventivo da parte delle Amministrazioni di appartenenza pur non essendo colpa della ASL tale requisito richiesto non si può , però, prevedere l'impatto sulle Amministrazioni di appartenenza. Infatti Il decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, apporta modifiche significative all’articolo 30 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, articolo che disciplina la mobilità esterna dei dipendenti pubblici, eliminando l’assenso prima richiesto dei direttori della struttura di appartenenza e di quella di destinazione. Non è però purtroppo eliminato l’ assenso dell’amministrazione di appartenenza. Tale assenso, che continua ad essere condizione ineludibile per poter concretizzare il trasferimento ad una diversa amministrazione, non può peraltro essere negato in modo arbitrario, ma solo laddove si determini, con la concessione del trasferimento, un danno oggettivo alla funzionalità dei servizi che con l’apporto del dipendente che chiede di essere trasferito vengono garantiti. Saranno le ASL di appartenenza degli aspiranti al trasferimento presso la ASL di SALERNO a rilasciarlo?
Delibera asl indizione mobilità   [image:image-1]         Allegato 1    Allegato 2   [image:image-2]   Domanda di partecipazione [image:image-3]




Torna ai contenuti