FEDERAZIONE
ITALIANA
SINDACATI
INTERCATEGORIALI
Sede Provincia di Salerno
Via Ceffato n 127, 84025 Eboli (SA)
seguici su:
Sede Regione Campania
Vai ai contenuti

ASL SALERNO: CORRETTA APPLICAZIONE ART 44, L’ENNESIMA BATTAGLIA VINTA DALLA FISI.

Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali
Pubblicato da in NOTIZIE ASL SALERNO · 20 Marzo 2018
[image:image-0]
Con nota del 19 marzo 2018, il Direttore del Servizio Gestione Risorse Umane, ha fatto sapere che l’indennità art. 44 comma 4 (indennità di presenza) tocca a tutti i dipendenti della ASL che effettuano i cosiddetti “rientri pomeridiani” ognuno dei quali non inferiore a 3 ore e su 5 giorni settimanali anche nel caso che, per carenze organiche, tali rientri siano effettuati su 4 giorni in luogo dei 5 previsti. Su tale fattispecie giova ricordare che la FISI aveva prodotto dei ricorsi giudiziari e si era rifiutata di firmare un ulteriore accordo con la ASL con cui si voleva limitare l’erogazione delle indennità ai soli servizi ed ai soli dipendenti che garantivano l’apertura per 5 giorni anche di pomeriggio escludendo chi, senza colpa alcuna, pur effettuando i rientri dovuti –  per problemi di carenza di personale – ruotava su 4 giorni di apertura. La battaglia, portata avanti in completa solitudine e nell’indifferenza delle sigle confederali, ha avuto degli esiti giudiziari favorevoli alla FISI in cui si vedeva riconosciuto per sentenza quello che si affermava in contrattazione, ovvero che a parità di lavoro non possono essere erogate indennità differenti e che la indennità di presenza toccava a tutti coloro i quali effettuavano i rientri settimanali. La FISI aveva portato avanti anche la tesi, come da verbali di contrattazione, che anche al personale OSS in forza a servizi di sub intensiva, intensivi, sale operatorie e pronto soccorso (assimilabili) toccassero le cosiddette indennità di rischio: nella fattispecie gli OSS di Oliveto Citra vedevano inevaso tale diritto: con questa nota tutto viene portato alla normalità e vengono riconosciute tutte le indennità dovute. A chi, della triplice sindacale, andava farfugliando che queste indennità non toccassero è dedicata questa nota che mette una volta per tutte basi solide ad un diritto chiesto e perseguito dalla sola FISI.
Nota di interpretazione  [image:image-1]



Torna ai contenuti